Acquaforte di Luciano Zarotti

35,00 iva inclusa

Prova di stampa di Luciano Zarotti, artista veneziano e versatile sperimentatore di diverse tecniche, con cui lavora come un alchimista. Opera a tema astratto del 1968. Opera su carta, cornice in legno argentato con vetro.

Dimensioni: cm. 39x31x1
Peso: kg. 4,5

Esaurito

PADOGG1801190031

Luciano Zarotti nasce a Venezia nel 1942 e fin da giovanissimo è attratto dalla pittura. A metà degli anni ’60 risiede a Parigi per otto mesi dove coglie una nuova visione che si tradurrà nelle prime contaminazioni pop.
Tornato a Venezia, sperimenta sempre; polvere di carborundum, inchiostri e acidi, stampa come un instancabile alchimista.
Apprende le tecniche dell’affresco da Bruno Saetti ed in seguito realizzerà le grandi pale d’altare per le chiese di clausura del Lido di Venezia e di Malamocco.
Dal 1968 inizia anche un’intensa collaborazione con la Fucina degli Angeli di Venezia di Egidio Costantini.
Seguirà negli agli anni ’80 la produzione di dipinti caratterizzati dalle grandi dimensioni che ricordano i teleri del ‘500 e per come veicola la luce Rembrandt e Tintoretto, ma i cromatismi nuovi e brillanti arrivano freschi dall’arte pop inglese di Sutherland, Hockney, Bacon; usa drappeggi, foglie, stencil, ripartisce gli spazi e le scene, senza nessuna finzione decorativa.
A metà degli anni ’80 la pittura esce dai contorni e la figura diventa sagoma, smuove l’astrazione.
Con instancabile vitalità continua la sua produzione alla ricerca di spazi per libere elaborazioni sfruttando la sua proficua capacità di generoso visionario ed artista versatile.

Peso 2 kg
Dimensioni 56 × 50 × 2 cm
Materiale

carta, legno, vetro

Usiamo i cookies per mantenere funzionante il nostro sito e renderne possibile la fruizione. Proseguendo dichiari di essere d'accordo con la nostra policy riguardo ai cookie.

Il prodotto è stato aggiunto al carrello.

Continua gli acquisti Carrello